Come diventare un agente immobiliare di successo: i 5 consigli del coach

In questo post vorrei darti alcuni consigli per avere successo come agente immobiliare. Prima di parlare delle strategie per arrivare al successo, vorrei esaminare quelle che per me sono le cause primarie dell’insuccesso di un agente immobiliare. Solo eliminando le zavorre che quotidianamente appesantiscono e complicano la nostra professione sarà possibile dare il colpo d’ala, per questo motivo leggi e valuta attentamente se ti riconosci in una delle seguenti situazioni.

Prima causa dell’insuccesso: apatia

La nostra professione è dinamica, richiede competenze ma anche e soprattutto capacità d’azione! Una delle mie teorie è che per guadagnare tanto occorre lavorare tanto, perciò esci dall’apatia e ricorda che ogni giornata trascorsa in agenzia a non fare nulla equivale ad una giornata persa. Devi inviare una e-mail? Non impiegare mezz’ora! Devi dedicarti ad un’attività al pc? Resta seduto e non distrarti con altri impegni personali. Devi trovare nuovi immobili? Esci dall’agenzia e setaccia il quartiere. Insomma, fa’ qualunque cosa, l’importante è agire agire agire!

Anni fa feci uno schema che mirava a quantificare le ore effettive lavorate da me e dal mio team. Il risultato fu clamoroso! In 3 mesi avevo lavorato fino a 9 volte in più rispetto ai miei colleghi. Loro passeggiavano qua e là, io no, volavo dalla mattina alla sera. Loro vendettero 2 case in 4, io 6 da solo.

Ecco, l’apatia è la causa N.1 di un insuccesso annunciato, mentre il dinamismo è una delle condizioni primarie del successo come agente!

Seconda causa dell’insuccesso: assenza di perseveranza

Il mestiere del mediatore richiede anche la capacità di non arretrare di fronte ad alcune pretese insensate del nostro Cliente. Difendere alcuni principi ma soprattutto mantenere saldamente in mano le redini della trattativa non significa solo valorizzare la categoria professionale, ma anche essere certi di fare un buon lavoro e di raggiungere i propri obiettivi. Insomma, mediare è un conto, accettare qualsiasi condizione pur di non perdere il Cliente un altro.
Oltre a difendere le tue priorità in fase di trattativa, dovrai pretendere molto anche da te stesso ed essere perseverante e metodico nello svolgimento del tuo lavoro. Dovrai agire con convinzione e organizzazione sette giorni su sette, senza lasciare nulla al caso e applicando un metodo operativo che sia al tempo stesso flessibile e schematico, razionale e funzionale.

Terza causa dell’insuccesso: le scuse

Considero questo fattore un vero e proprio “peccato capitale” della nostra professione, perché dietro ogni scusa inventata per giustificare un fallimento o per sollevarsi da una responsabilità c’è sempre un’incapacità personale. Creiamo scuse a causa delle nostre incapacità. A questo punto ti starai chiedendo se ogni volta che ti sei costruito un alibi sei stato incapace. Esatto! Non intendo che dire che tu sia stato incapace o inetto nella vita, ma che in una determinata circostanza non sei riuscito a fare ciò che avresti dovuto o voluto fare.

Da Coach, so bene che ogni incapacità ha un’origine profonda mascherata dietro una scusa. Facciamo così: ti confido un esercizio formidabile per smettere finalmente di inventare scuse. Ogni volta che fai uso di una scusa, scrivila su un foglio e osservala con attenzione, analizzando le sensazioni che ti genera e valutandole con occhio critico. Applicando questo metodo, ti accorgerai di essere non un agente immobiliare qualsiasi, ma un professionista serio e pronto a superare i propri limiti per evolvere e migliorarsi.

Agenti immobiliari di successo: 5 consigli

Arrivo al tema centrale di questo articolo, ovvero le 5 “vie” per raggiungere il successo nel lavoro di agenti immobiliari. È stato difficile arrivare ad isolarne soltanto cinque, perché a dire la verità di consigli me ne sarebbero venuti in mente almeno dieci, ma non voglio privarti del piacere di scoprirli tutti partecipando ad uno dei corsi di EvolveRE o ad una sessione di coaching con me. E comunque, se hai dubbi o vuoi saperne di più, puoi lasciare un commento alla fine dell’articolo e ti risponderò con piacere!
Ma veniamo al dunque ed iniziamo con il primo consiglio, forse quello che tutti danno per scontato ma che in pochi applicano.

Consiglio #1: definisci il tuo scopo

Come in ogni campo della vita, se non hai un obiettivo preciso sarà difficile arrivare al traguardo. Anche nella nostra professione di agenti immobiliari, hai bisogno di definire lo scopo scoprendo cosa ti ha spinto a scegliere questa professione rischiosa ma esaltante. Sì, perché una cosa te la devo dire: gli agenti immobiliari non sono impiegati, non possono contare su uno stipendio fisso, tredicesime e quattordicesime.
Cosa ti spinge ogni mattina a stringere il nodo di quella cravatta e uscire per incontrare i clienti? Cosa vuoi ottenere? Quali sono le tue ambizioni? Finché non troverai risposta a queste domande continuerai a vagare senza scopo, come purtroppo ho visto fare a molti dei nostri colleghi.
Quando lo scopo è chiaro e definito, quando è presente un progetto professionale che si sviluppa nel tempo, ogni difficoltà diventa solo un ostacolo da superare per migliorarsi in vista del raggiungimento dell’obiettivo, ogni fase diventa un’occasione di crescita e di sperimentazione.
Sono convinto che la linea di confine tra agenti immobiliari di successo e agenti immobiliari che non ottengono buoni risultati sia l’avere o non avere uno scopo. Se pensi di non averne uno, trovalo!

Consiglio #2: appassionati

Ora che il tuo obiettivo è stato individuato, hai bisogno di allargare il focus e riempire i tuoi pensieri di speranze, sogni e progetti. Per guardare oltre la linea dell’orizzonte c’è bisogno di entusiasmo, e l’entusiasmo nasce da una sola cosa: la passione.
Se non nutri passione verso il tuo lavoro, non troverai mai la strada del successo, anzi, forse hai già rinunciato da tempo a cercarla. Di cosa hai voglia: di raggiungere il tuo scopo o di ascoltare le inutili chiacchiere di pessimisti, scettici e disfattisti? Come vuoi passare la tua giornata: lavorando per il tuo successo o svolgendo le tue mansioni solo per ottemperare ai tuoi obblighi e doveri? Stravolgi i luoghi comuni, impara a divertirti mentre lavori. Appassionati!

Consiglio #3: ci vuole flessibilità

Flessibilità non è una brutta parola, per molto tempo ha assunto connotati negativi ma io penso sia invece un concetto bellissimo e utile nel nostro lavoro di agenti immobiliari. Quante volte ho sentito uscire dalla bocca dei colleghi frasi come “Io sono fatto così, lo so fare solo così, non cambierò mai!”. Purtroppo questo tipo di resistenza al cambiamento è uno dei fardelli più pesanti sulle spalle di un agente immobiliare. Chi si occupa di Coaching sa bene che si tratta solo di opposizione al cambiamento e di paura di abbandonare i sentieri già sperimentati, ma senza l’aiuto di un Coach è difficile smascherare la vera natura di questi comportamenti. Prova ad aprire la tua mente, impara ad adattarti alle circostanze e ad uscire dalla tua comfort zone, vinci la tua resistenza al cambiamento.
Inizia a sperimentare metodologie e approcci nuovi e dimmi se non stai rivoluzionando il tuo modo di agire: resterai stupefatto.

Consiglio #4: conosci te stesso

Hai presente il gioco dei pregi e dei difetti? Ecco, ti do un compito: individua la tua qualità migliore ed esaltala! Coltivala ogni giorno! Per scoprirla, chiedi un feedback a chi ti conosce (i tuoi colleghi) o a chi si è avvalso della tua professionalità (i tuoi clienti). Perfeziona il tuo lato migliore in modo scientifico, mettilo alla prova e acquisisci consapevolezza. Questo ti aiuterà a gestire molti dei passaggi cruciali che ti troverai ad affrontare, ad esempio un appuntamento di acquisizione o una trattativa immobiliare (link al post su trattative di successo). Certo, non devi trasformare la tua autostima in superbia. Sono in molti a cadere in questo errore e a pensare che la propria bravura debba essere riconosciuta a priori dal cliente che ha di fronte.

Ma senti che differenza tra questa frase:
“Siccome sono bravo il Cliente deve accettare per forza il mio atteggiamento!”
E quest’altra:
“Grazie alla mia bravura riuscirò a conquistare il cliente, lasciandogli comunque spazio e movimento nella trattativa”.
Il secondo approccio è certamente meno rigido, più aperto, più duttile e soprattutto votato al successo!

Consiglio #5: impara dagli equilibristi

L’ho lasciato per ultimo perché è il consiglio che non ti aspetti: trova il tuo equilibrio tra la vita privata e la professione. La giornata lavorativa di un agente immobiliare è scandita da imprevisti, impegni di ogni sorta, telefono sempre accesso e orari flessibili. Un cliente che ci può incontrare solo di domenica può diventare la nostra prossima acquisizione. Un appuntamento annullato all’ultimo momento può complicare un bel po’ la nostra agenda, ma anche rappresentare un’occasione per sbrigare del lavoro arretrato o per contattare altri clienti. Ora la mia domanda è: hai già trovato il tuo equilibrio tra vita professionale e vita personale? Mi spiego meglio: a casa accettano il tipo di lavoro che fai? Ovviamente il tuo successo sarà un’eccellente locomotiva per far sì che tutti gli elementi si armonizzino tra loro. Ma per avere successo – ormai l’avrai capito – devi essere tu il primo ad accettare in pieno il lavoro che fai, un mestiere che comporta l’assunzione del rischio e l’accettazione dell’imprevisto, ma che può anche darti immense soddisfazioni e gratificazioni economiche e personali. Se ne sarai convinto tu, saprai convincere tutti coloro che ti sono accanto. Quando poi anche i risultati ti daranno ragione, non ci sarà più nulla da discutere!

Questi consigli sono estrapolati dalla metodologia di Coaching di EvolveRE e vengono approfonditi durante i nostri corsi. Scopri di più o richiedi maggiori informazioni: sarà un vero piacere ascoltare le tue esigenze e rispondere alle tue domande!

2017-05-03T08:18:19+00:00

Iscriviti alla nostra newsletter

Tenersi aggiornati è il segreto del successo

Iscrizione avvenuta con successo!!!